Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.




 

IMPRENDITORI ILLUMINATI - PREMIO ALLA SENSIBILITA' E ALLA CULTURA DI COLORO CHE FANNO IMPRESA.


10.10.2008

Un riconoscimento ideato da Fondaco in collaborazione con il Sole 24 Ore ed il patrocinio del Comune di Venezia che viene consegnato a Paola Dametto Buziol, titolare di Fashion Box cui fanno capo i marchi Replay, Replay&Sons e We Are Replay. Un premio che ha l’obiettivo di stimolare l’interesse degli imprenditori verso l’etica della responsabilità per la valorizzazione di ciò che ci appartiene e che concorre a rendere unico il nostro Paese. Un momento di riflessione, di approfondimento e di confronto per capire che cosa realmente possiamo fare e quindi cosa mettere in funzione. Un momento per individuare le modalità d’incontro tra Pubblico e Privato, trovare reciproche soddisfazioni nell’interesse di tutti e rispolverare l’orgoglio di appartenere.



La necessità di dotarsi di strumenti innovativi affinché il recupero di beni artistici diventi concretamente un volano sul quale far confluire adeguate risorse finanziarie per diventare un motore dell’economia. In un momento di crisi economica generalizzata come l’attuale, il patrimonio artistico può e deve rappresentare la marcia in più alla quale affidarsi. Una sorta di garanzia di quel Made in Italy che sempre nei momenti difficili si è dimostrato la carta vincente per superare difficoltà e battere la concorrenza. Il restauro di un’opera non può essere limitarsi ad un beneficio d’immagine per l’azienda e ad un minore impegno finanziario in bilancio per l’Ente pubblico. Il restauro deve essere vissuto come un’opportunità attraverso la quale attingere ispirazione, nuove idee e deve essere interpretato anche come un’occasione per realizzare altre iniziative culturali e di comunicazione in forza delle quali richiamare l’interesse delle persone. Marketing territoriale e/o turismo culturale, ambiti importanti per generare nuova economia nei quali altri Paesi hanno avuto grandi benefici e creato nuove opportunità. Il percorso avviato cinque anni orsono è quello giusto. Il patrimonio artistico del nostro Paese può essere valorizzato soltanto attraverso lo stretto legame tra Istituzione e Aziende con un meccanismo supportato da logiche imprenditoriali che rispettino la storia e la cultura e che garantiscano il raggiungimento di risultati concreti. A Venezia tutto ciò è possibile perché il Comune, vedendosi anno dopo anno erosi i contributi Statali, ha aperto le porte a questo tipo d’iniziative ponendosi ora all’avanguardia in campo nazionale. L’esperienza maturata sin qui da Fondaco va in questa direzione ed è documentata da molti interventi al centro dei quali c’è sempre l’imprenditore. Da restauri realizzati con aziende internazionali fino al progetto “Veneziani x Venezia” al quale hanno aderito importanti realtà cittadine ed altre lo stanno per fare, smentendo un po’ le dicerie del distacco tra impresa e territorio. Ed ora il lancio di “… near Venezia” progetto indirizzato agli Imprenditori del Nordest, capitani d’azienda di successo, per stimolare l’interesse a svolgere il ruolo attivo di moderni mecenati in forza di progetti di comunicazione innovativi. Impresa ed Arte, rapporto fondamentale per la reciproca valorizzazione, foriero di un messaggio positivo. “I come from Asolo, near Venezia” è il “biglietto da visita” che probabilmente Claudio Buziol - fondatore di Replay purtroppo prematuramente scomparso - ha utilizzato per presentarsi nel corso dei suoi viaggi intorno al mondo, così come tanti altri imprenditori della nostra terra. Un modo semplice e spontaneo per individuare con rapidità e con spirito di appartenenza ed orgoglio la propria provenienza. L’amore per la propria terra d’origine e il forte legame che l’azienda e la famiglia Buziol hanno da sempre con Venezia, spingono oggi la moglie di Claudio, Paola Dametto Buziol, a supportare un progetto di restauro della facciata di Ca’ Rezzonico, uno dei palazzi più antichi e prestigiosi della città. Nessun imprenditore straniero potrebbe essere protagonista di un progetto di tale valore, in quanto l’unicità e la bellezza di Venezia non gli appartengono fino in fondo. Come in tutte le iniziative che Fondaco ha realizzato, il ruolo centrale spetta alla ricerca storica e all’approfondimento in forza della ricchezza e della vastità di argomenti dai quali attingere per creare “storie personalizzate” in sintonia con l’azienda. Così è stato anche per Replay e Ca’ Rezzonico. Nel 1837, in una delle numerose stanze del palazzo trovò dimora l’atelier di Domenico Brugnoli, un artigiano che allora andava per la maggiore e che era conosciuto a Venezia per la produzione di camicioni realizzati con un tessuto particolare simile all’odierno jeans. Nel 1888 il palazzo è stato acquistato dalla famiglia del poeta inglese Robert Browning molto legata ad Asolo al quale il ridente borgo, già vicino a Venezia per la sua storia e per la Regina Cornaro, dedica il suo corso principale. Parte da queste due curiosità l’interesse di Replay per Ca’ Rezzonico, un rapporto che durerà un anno e mezzo nel corso del quale verranno sviluppate iniziative culturali e di comunicazione che stiamo già approntando in sinergia con il Comune e la Fondazione dei Musei. Fondaco si augura che l’esempio offerto oggi da Fashion Box possa essere motivo di attenzione e di stimolo per altri imprenditori del nostro territorio, affinché si riconoscano in quel “…near Venezia” che li ha accompagnati nei loro viaggi. L’iniziativa rappresenta una dimostrazione concreta dell’evoluzione economica e culturale di questa parte del nostro Paese. Un atto di generosità nei confronti delle generazioni future alle quali, con l’etica della responsabilità, Venezia deve essere consegnata in una condizione migliore di come l’abbiamo ricevuta. “Imprenditori Illuminati” un premio che vuole essere un punto di partenza e non di arrivo per un progetto ampio ed importante nel quale il bene culturale rappresenta un valore (e non un costo) ed è la bandiera sotto la quale si ritrova il Paese. Il sentito ringraziamento di Fondaco va a Paola Dametto Buziol e a Fashion Box per aver accolto con entusiasmo questo progetto, per noi motivo di grande soddisfazione ed orgoglio. Un ringraziamento al Comune di Venezia e alla Soprintendenza, per la disponibilità e la concreta collaborazione che hanno permesso di individuare il percorso operativo per il raggiungimento del miglior risultato. Fotografie di Isabella Balena (www.isabellabalena.net)




Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268