Vai al contenuto della pagina-Vai al menù di secondo livello  |  
.
  • home / 
  • attivitą / 
  • Restauri / 
  • FINITO IL RESTAURO DEI SETTE CAMINETTI DELL'APPARTAMENTO DEL DOGE IN PALAZZO DUCALE




 

December 2011 - FINITO IL RESTAURO DEI SETTE CAMINETTI DELL'APPARTAMENTO DEL DOGE IN PALAZZO DUCALE



December 2011

Puntuali alla scadenza dei tre anni previsti per il loro restauro, sono Stati riconsegnati i sette caminetti dell’appartamento del Doge in Palazzo Ducale grazie al generoso contributo della famiglia Marsilli, ristoratori veneziani di gran classe.



“Che cos’è per lei Venezia? Venezia mi ha dato tanto e perciò rappresenta un capitolo bello della mia vita. Da qui l’idea e la voglia di attivarmi per fare qualcosa di concreto. Senza le bellezze di questa splendida città non ci sarebbe turismo, economia e molte attività economiche non esisterebbero. Adoperarsi per cercare di migliorarla è un dovere ed un onore”. Questo è stato il modo in cui si è presentato Luciano Marsilli – dicono Giovanna Zabotti ed Enrico Bressan di Fondaco – frutto di esperienza, di lavoro e della giusta sensibilità dell’imprenditore che sa di agire su di un territorio ricco di risorse. Emerge la voglia di mettersi in discussione per cercare nuovi stimoli ed attingere idee dal patrimonio storico artistico della città. Il restauro dei sette caminetti dell’appartamento del Doge è un progetto che è stato scelto con grande entusiasmo da Marsilli – continua Bressan – perché vicino all’attività professionale; il caminetto inteso non soltanto come strumento per riscaldare ma anche come “cucina”, da qui la ricerca presso la Biblioteca del Correr e della Marciana delle nozioni e dei significati di queste sette opere d’arte realizzate dai fratelli Lombardo all’inizio del cinquecento. I ricchi bassorilievi che ornano tutti i caminetti – dice Zabotti – evidenziano un passato di grande prestigio narrando storie di persone e di cose interessanti. Abbiamo individuato i Dogi che hanno realizzato e poi nel tempo arricchito quest’area di Palazzo Ducale, i personaggi, gli oggetti e le spezie scolpiti sul marmo ed il commercio di generi alimentari di quel periodo. Da qui – continua Zabotti – abbiamo messo in cantiere alcune iniziative che hanno legato i ristoranti della famiglia Marsilli al restauro. Nei tre anni sono state fatte proposte di antichi piatti tipici, si sono evidenziati alcuni passaggi della storia della cucina veneziana, abbiamo realizzato serate dedicate all’approfondimento con esperti del settore ed attività di comunicazione dedicate a mettere al centro il rapporto tra impresa e beni culturali. Un linguaggio che ha dato la possibilità all’imprenditore di trovare nuove opportunità per valorizzare la propria attività.  Sotto il profilo umano e professionale – concludono Bressan e Zabotti – è stata un’esperienza profonda dalla quale abbiamo imparato tanto ad iniziare dall’entusiasmo e dallo spirito con cui la famiglia Marsilli ha affrontato questo percorso chiamando a sé le persone più vicine insieme alle quali vivere l’emozione di apporre la firma su un pezzo di storia di Venezia. Da oggi la Famiglia Marsilli entra di diritto nella storia di questa Città! Grazie!




MARSILLI

Interface by LIBEROnline, powered by tommaso mascherin
traduzioni by Lexicon
Copyright © Fondaco S.r.l. - Palazzo Gradenigo - Santa Croce 764 - 30135 Venezia - tel +39 041 5242851 fax 041 7792403 - P.IVA 03875370268